Prevenzione e contenimento degli incendi negli Ausoni-Aurunci attraverso il Pony d’Esperia

ARSIAL in collaborazione il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali dell’Università degli Studi della Tuscia, nell’ambito della sottomisura 10.2.1 del PSR ha realizzato uno studio per valutare il contributo del comportamento alimentare del Pony di Esperia nelle comunità vegetali ad Ampelodesma nella prevenzione degli incendi sulla catena degli Ausoni-Aurunci nel sud del Lazio.

Il Pony di Esperia è una delle razze autoctone del Sud del Lazio, a ridotta diffusione e ad alto rischio di erosione genetica, iscritta nel Registro Volontario Regionale tenuto da ARSIAL e tutelata dalla L.R. 15/2000 della Regione Lazio. Si tratta di una razza adattata ad ambienti e contesti semiaridi come quelli degli Ausoni-Aurunci ed un’ottima brucatrice di arbusti e vegetazione di scarso valore nutritivo come l’Ampelodesma mauritanicus. L’Ampelodesma viene pabulato dal Pony di Esperia negli stadi giovanili della pianta, contenendone lo sviluppo ad una altezza minima e tale da non propagare le fiamme in estate; tale evidenza, se associata ad un buon valore nutrizionale, potrebbe garantire l’impiego del Pony di Esperia in chiave ambientale ed in funzione antincendio.

Maggiori informazioni su: https://www.arsial.it/pony-di-esperia-uno-studio-per-valutarne-limpiego-nella-prevenzione-di-incendi/

Per scaricare la pubblicazione scientifica clicca qui. 

Pony di Esperia al pascolo a Lenola (LT)